Garbagna

10.00 Euro €
Premium
Piccolo borgo di origine medievale in provincia di Alessandria.
Cuore del paese e la piazza principale, Piazza Doria, dove al centro della stessa spiccano quattro ippocastani vecchi quanto la storia, si racconta siano stati piantati nel 1853. Garbagna è molto famosa per la sagra della ciliegia che si tiene nel mese di Giugno. La "Bella di Garbagna" grazie all'impegno dell'Associazione Frutticoltori di Garbagna si trasforma in ottime marmellate e cigliegie sciroppate.

Piazza Doria.
Dedicata al principe Doria, signore di Genova e di Garbagna. Sulla piazza rinascimentale si affacciano il palazzo Doria e l'oratorio di San Rocco. Al centro vi sono quattro ippocastani, piantati nel 1853. Al centro di questi vi è un arco, memoria di un'antica fonte d'acqua, da cui si approvvigionava tutta la popolazione.

Oratorio di San Rocco.
Costruito intorno al 1580, a seguito della grande epidemia di peste, presenta una splendida facciata affrescata da Giovan Battista Carlone(1603-1684). Il 16 agosto si celebra la festa di San Rocco, con la tradizionale processione notturna e l'incanto di torte, donate dai fedeli.

Contrada.
Vero cuore pulsante del paese, si snoda tra le case del centro storico. Qui si possono ammirare l'assetto tipico delle antiche botteghe ed il fascino del passato su tutti gli edifici.

Chiesa Parrocchiale.
La chiesa di San Giovanni Battista Decollato, santo patrono del paese, venne edificata dal 1714. La chiesa è a pianta ottagonale. Si trovano importanti opere d'arte, come la tela 'Il Battesimo di Cristo', di Guglielmo Caccia detto il Moncalvo (1568-1625). Di particolare pregio è l'organo seicentesco. Ogni anno alla festa patronale (ultima domenica del mese d'agosto) si tiene un concerto con organisti di fama internazionale.

Castello.
Ubicato sopra l'attuale centro abitato, è perfetto per una passeggiata e come punto panoramico. E' un complesso medievale, edificato nel IX secolo, di cui sono ancora evidenti la torre di avvistamento, la porta d'ingresso e la cinta muraria.

Santuario della Madonna del Lago.
Da Garbagna si raggiunge con una bella passeggiata nel bosco, lunga circa 2 Km. Il vecchio santuario risale al 1300. La leggenda narra che la Madonna apparve ad una pastorella muta e la miracolò con il dono della parola. Ogni venerdì di maggio, mese mariano, qui si celebrano le sante messe. La festa principale è il terzo venerdì di maggio: il Vescovo celebra la messa con la processione.

Salame nobile del Giarolo.
Salame 'nobile' perche' nel suo interno vi è la parte 'nobile' del maiale, ovvero la coscia. L'impasto è tagliato a grana grossa. Ottimo per le merende serali in compagnia e perfetto se affettato con il coltello. Stagionato al punto giusto fa la 'goccia' di grasso.

Castagnette.
Dolcetti secchi tipici. Sono grossi, come dice il nome, un po' meno di una castagna e ne ricordano la forma. Sono fatti di zucchero, bianco d'uovo e mandorle tritate.

Torta di riso.
Questa tradizionale torta è salata. Le famiglie garbagnole usano cucinarla il terzo venerdì di maggio, per festeggiare la Madonna del Lago. Gli ingredienti sono semplici: sfoglia fatta in casa, latte e, ovviamente, riso. Ottima se cotta nel forno a legna. Nei ristoranti del luogo si può trovare anche in altri giorni dell'anno.

Tartufo bianco e funghi.
Questi pregiati frutti della terra sono, per ricchezza di sapore, tra i migliori al mondo. Il tartufo bianco è perfetto se tritato sull'uovo fritto o sui taglierini in bianco. I funghi, invece, si mangiano tritati in insalata verde, tagliati a fette e fritti, oppure in sughetto con i taglierini o la polenta. Si usa farli seccare per consumarli durante l'anno, specialmente nei risotti.

Eccellenza artigiana del restauro del mobile antico.
Il consorzio nasce a Garbagna nel 2003, con l'intento di promuovere non solo l'artigianato d'eccellenza locale, ma anche il territorio delle nostre valli. La presenza di una forte unione di artigiani costituisce infatti uno stimolo e uno strumento importantissimo per le nuove generazioni, affinchè si rendano protagoniste del proprio futuro rimanendo sul territorio e mantenendo vive, nel contempo, antiche tradizioni legate ai mestieri, all'arte, alla storia e quindi alla Cultura.
info@prolocogarbagna.al.it
Garbagna
10.00 Euro €
Piccolo borgo di origine medievale in provincia di Alessandria.
Cuore del paese e la piazza principale, Piazza Doria, dove al centro della stessa spiccano quattro ippocastani vecchi quanto la storia, si racconta siano stati piantati nel 1853. Garbagna è molto famosa per la sagra della ciliegia che si tiene nel mese di Giugno. La "Bella di Garbagna" grazie all'impegno dell'Associazione Frutticoltori di Garbagna si trasforma in ottime marmellate e cigliegie sciroppate.

Piazza Doria.
Dedicata al principe Doria, signore di Genova e di Garbagna. Sulla piazza rinascimentale si affacciano il palazzo Doria e l'oratorio di San Rocco. Al centro vi sono quattro ippocastani, piantati nel 1853. Al centro di questi vi è un arco, memoria di un'antica fonte d'acqua, da cui si approvvigionava tutta la popolazione.

Oratorio di San Rocco.
Costruito intorno al 1580, a seguito della grande epidemia di peste, presenta una splendida facciata affrescata da Giovan Battista Carlone(1603-1684). Il 16 agosto si celebra la festa di San Rocco, con la tradizionale processione notturna e l'incanto di torte, donate dai fedeli.

Contrada.
Vero cuore pulsante del paese, si snoda tra le case del centro storico. Qui si possono ammirare l'assetto tipico delle antiche botteghe ed il fascino del passato su tutti gli edifici.

Chiesa Parrocchiale.
La chiesa di San Giovanni Battista Decollato, santo patrono del paese, venne edificata dal 1714. La chiesa è a pianta ottagonale. Si trovano importanti opere d'arte, come la tela 'Il Battesimo di Cristo', di Guglielmo Caccia detto il Moncalvo (1568-1625). Di particolare pregio è l'organo seicentesco. Ogni anno alla festa patronale (ultima domenica del mese d'agosto) si tiene un concerto con organisti di fama internazionale.

Castello.
Ubicato sopra l'attuale centro abitato, è perfetto per una passeggiata e come punto panoramico. E' un complesso medievale, edificato nel IX secolo, di cui sono ancora evidenti la torre di avvistamento, la porta d'ingresso e la cinta muraria.

Santuario della Madonna del Lago.
Da Garbagna si raggiunge con una bella passeggiata nel bosco, lunga circa 2 Km. Il vecchio santuario risale al 1300. La leggenda narra che la Madonna apparve ad una pastorella muta e la miracolò con il dono della parola. Ogni venerdì di maggio, mese mariano, qui si celebrano le sante messe. La festa principale è il terzo venerdì di maggio: il Vescovo celebra la messa con la processione.

Salame nobile del Giarolo.
Salame 'nobile' perche' nel suo interno vi è la parte 'nobile' del maiale, ovvero la coscia. L'impasto è tagliato a grana grossa. Ottimo per le merende serali in compagnia e perfetto se affettato con il coltello. Stagionato al punto giusto fa la 'goccia' di grasso.

Castagnette.
Dolcetti secchi tipici. Sono grossi, come dice il nome, un po' meno di una castagna e ne ricordano la forma. Sono fatti di zucchero, bianco d'uovo e mandorle tritate.

Torta di riso.
Questa tradizionale torta è salata. Le famiglie garbagnole usano cucinarla il terzo venerdì di maggio, per festeggiare la Madonna del Lago. Gli ingredienti sono semplici: sfoglia fatta in casa, latte e, ovviamente, riso. Ottima se cotta nel forno a legna. Nei ristoranti del luogo si può trovare anche in altri giorni dell'anno.

Tartufo bianco e funghi.
Questi pregiati frutti della terra sono, per ricchezza di sapore, tra i migliori al mondo. Il tartufo bianco è perfetto se tritato sull'uovo fritto o sui taglierini in bianco. I funghi, invece, si mangiano tritati in insalata verde, tagliati a fette e fritti, oppure in sughetto con i taglierini o la polenta. Si usa farli seccare per consumarli durante l'anno, specialmente nei risotti.

Eccellenza artigiana del restauro del mobile antico.
Il consorzio nasce a Garbagna nel 2003, con l'intento di promuovere non solo l'artigianato d'eccellenza locale, ma anche il territorio delle nostre valli. La presenza di una forte unione di artigiani costituisce infatti uno stimolo e uno strumento importantissimo per le nuove generazioni, affinchè si rendano protagoniste del proprio futuro rimanendo sul territorio e mantenendo vive, nel contempo, antiche tradizioni legate ai mestieri, all'arte, alla storia e quindi alla Cultura.
info@prolocogarbagna.al.it
Pubblicato 2 anni fa Modificato 2 anni fa 235 visualizzazioni 0 chiama

Informazioni Aggiuntive

Tel: 0131877645
Cell: 3458378208
Fax: 0131877307
Vota
Risultati 0 Voti

Non ci sono ancora recensioni per Garbagna

Questo annuncio non è stato ancora recensito, sii il primo!
Italy, Alessandria, Garbagna, Piazza Della Chiesa, 4
Mostra di più
Premium osclass themes and plugins